ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Architetture antinquinamento

Lettura in corso:

Architetture antinquinamento

Dimensioni di testo Aa Aa

L’ospedale Manuel Gea González di Città del Messico ha una facciata decorata che non solo è bella. E’ stata fatta con un materiale speciale che serve a purificare l’aria di una delle città piu’ inquinate del mondo.Concepita da una azienda berlinese è fatta da moduli di Prosolve per un totale di 2500 metri quadrati. I moduli sono rivestiti da uno speciale pigmento che, quando è investito dai raggi ultravioletti del sole, reagisce all’inquinamento disinnescandolo e trasformandolo in anidride carbonica e vapore. I pigmenti non si alterano e possono purificare l’aria per un decennio.

ALLISON DRING, ARCHITETTO:
“Una tecnologia come la nostra, in cui metti una facciata di Prosolve ovunque, certo non è in grado di abbattere livelli d’inquinamento come quelli di Città del Messico ma li riduce avendo un impatto immediato e locale sul campo. Questo serve alla salute pubblica dei lavoratori dell’edificio e di chi viene qui”.

La società tedesca ha adoperato il Prosolve in strutture piu’ piccole come un centro commerciale di Perth in Australia e sta lavorando per una installazione analoga ad Abu Dhabi. Anche altri hanno lavorato a progetti simili.

ALLISON DRING, ARCHITETTO:
“Non dobbiamo fare sempre cose con ricadute enormi ma possiamo sfruttare l’architettura in modo da aiutare le condizioni di vita locali ; mettendo insieme tutto questo alla fine forse avremo qualche chance”.

Naturalmente l’architettura da sola non puo’ modificare la qualità dell’aria ma puo’ dare il suo contributo.