ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Berlusconi fa dimettere i ministri Pdl, in Italia è crisi di governo

Lettura in corso:

Berlusconi fa dimettere i ministri Pdl, in Italia è crisi di governo

Dimensioni di testo Aa Aa

Il partito di Silvio Berlusconi apre la crisi di governo in Italia. I ministri del Pdl rassegnano le proprie dimissioni, annuncia il segretario del partito Angelino Alfano, vicepremier e ministro dell’Interno.

Berlusconi ha ordinato ai ministri di lasciare subito. Il motivo ufficiale è l’aumento dell’Iva, ma sicuramente pesa la questione della decadenza del Cavaliere dal parlamento dopo la condanna al processo Mediaset.

“Gesti folli per motivi personali”, il commento del Presidente del Consiglio, Enrico Letta che nelle prossime ore incontrerà il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano. “Ognuno si assumerà le proprie responsabilità in parlamento”, ha concluso il premier.

Parla di livelli impensabili di irresponsabilità Guglielmo Epifani, secondo il segretario del Partito democratico le dimissioni dei ministri del Pdl “sono una ulteriore azione di sfascio”. “Se tu annunci il ritiro dei parlamentari, annunci che il governo non va avanti e poi ti lamenti che il governo non fa le cose che erano scritte nel programma che tu stesso fai saltare con il tuo comportamento? – ha detto Epifani – Qui siamo davvero al travisamento della realtà, se tu vuoi che il governo faccia quelle cose, sostieni il governo”.

Si schierano per elezioni immediate Lega e Movimento 5 Stelle, anche se nella forza politica di Beppe Grillo non manca qualche distinguo. “Se c‘è qualcosa da fare per il bene del paese è andare alle elezioni subito – sostiene il parlamentare M5S, Riccardo Nuti – anziché parlare di un Letta bis o di alleanze con questa gente”.

La mossa di Berlusconi arriva ad una settimana della riunione della Giunta per le elezioni del Senato che deciderà sulla sua decadenza. Nella memoria difensiva, il Cavaliere chiede le dimissioni di 10 componenti della commissione.