ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Rohani: "Nuova era con l'Occidente"

Lettura in corso:

Rohani: "Nuova era con l'Occidente"

Dimensioni di testo Aa Aa

“Una primavera nei rapporti con l’Occidente, che coltiveremo a breve con proposte concrete”.

Nel suo ultimo discorso da New York prima di tornare in patria, Rohani saluta la platea internazionale con una promessa e una certezza: quella che, grazie al cambio della guardia avvenuto a Teheren con le presidenziali di giugno, si sia inaugurata una nuova stagione diplomatica con l’Occidente.

“Parlando con gli alti rappresentanti europei – ha detto Rohani – e ascoltando anche le parole del Presidente degli Stati Uniti Obama, ho avuto la chiara impressione che i toni siano cambiati rispetto al passato. E questo lo considero come un passo decisamente positivo, sulla via dell’appianamento delle differenze fra Iran e Occidente”.

Il nostro obiettivo – ha poi rassicurato, strizzando l’occhio a Washington – coincide con gli interessi condivisi dagli Stati Uniti: “Vogliamo risolvere i problemi sul tavolo e costrurire la fiducia anche nei rapporti con gli altri paesi”.

All’indomani delle felicitazioni del Segretario di Stato americano Kerry, per “il nuovo tono assunto da Teheran”, Rohani ha poi promesso di far seguire i fatti alle dichiarazioni di intenti.

“La strada è ancora lunga – ha detto – ma il primo passo sarà già la presentazione, il prossimo mese a Ginevra, del nostro piano sul nucleare”.