ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Questo weekend l'Austria alle urne con l'incognita dell'estrema destra

Lettura in corso:

Questo weekend l'Austria alle urne con l'incognita dell'estrema destra

Dimensioni di testo Aa Aa

Questa domenica 29 settembre si vota in Austria per le elezioni legislative e per il rinnovo del Consiglio nazionale, la camera bassa del parlamento austriaco, che dispone di maggiori poteri legislativi.

Attualmente la guida del governo è affidata al cancelliere socialdemocratico Werner Faymann, leader di una grande coalizione formata dai socialdemocratici della Spö e dai popolari democristiani dell’Övp.

Secondo gli ultimi sondaggi i due partiti insieme non dovrebbero raggiungere la maggioranza assoluta, fermandosi al 49 per cento dei voti: 6 punti in meno rispetto alle elezioni di cinque anni fa.

I due partiti sarebbero quindi costretti ad aprire a un terzo socio. I socialdemocratici hanno escluso qualsiasi alleanza con l’estrema destra, l’unica possibilità sarebbe un accordo con i Verdi dati al 14 per cento.

L’estrema destra Fpö di Heinz Christian Strache, Partito austriaco della libertà, è dato al 20 per cento.

La soglia di sbarramento è al 4 per cento.

Rispetto alle elezioni precedenti c’è anche un nuovo movimento politico, il Team Stronach, fondato un anno fa dal miliardario austro-canadese Frank Stronach, che per il suo populismo attrae consensi nello stesso bacino elettorale dell’Fpö. Nei sondaggi è dato al 7 per cento.

L’Austria è il paese dell’Unione Europea che ha il tasso di disoccupazione più basso al 4,8 per cento, ma la paura della crisi potrebbe tornare utile alla destra che la sventola per attrarre consensi.