ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Il ciclismo volta pagina, Cookson nuovo presidente dell'Uci

Lettura in corso:

Il ciclismo volta pagina, Cookson nuovo presidente dell'Uci

Dimensioni di testo Aa Aa

Al termine di una sfida interminabile, durata 5 ore e mezzo, il ciclismo volta pagina: Brian Cookson è stato eletto nuovo presidente dell’Uci, l’unione ciclistica internazionale.

Il britannico succede a Pat McQuaid, in carica dal 2005 e quindi attore principale durante gli anni bui dello scandalo Armstrong. L’irlandese infatti era il braccio destro di Hein Verbruggen, suo predecessore per 14 anni e accusato da piu’ parti di aver insabbiato le vicende del texano.

Nella suggestiva cornice di Palazzo Vecchio, a Firenze, Cookson ha prevalso 24-18, grazie al voto inaspettato di tre grandi elettori, che hanno voltato le spalle a McQuaid.

“La mia prima priorità come presidente sarà quella di creare una struttura indipendente contro il doping – ha detto Cookson nel suo primo intervento da presidente -. Ci siederemo al tavolo con i maggiori esperti e lavoreremo con la Wada per combattare il doping nel ciclicmo. E’ comportandosi in questo modo che potremo ricostruire la reputazione della nostra federazione con gli sponsor, i media, i nostri partner e con il Comitato Olimpico internazionale”.

Cookson, presidente della federazione inglese dal 1996, ha sostenuto in questi anni l’attività ciclistica britannica grazie ai milioni di sterline ricavati dalle lotterie, favorendo anche l’ingresso del colosso Sky all’interno del gruppo.