ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Abbas all'Onu: "Avanti coi negoziati di pace, ma il mondo vigili su Israele".

Lettura in corso:

Abbas all'Onu: "Avanti coi negoziati di pace, ma il mondo vigili su Israele".

Dimensioni di testo Aa Aa

Con un lungo applauso dalla platea. Così è stato salutato al palazzo di vetro dell’assemblea generale dell’Onu l’intervento del presidente palestinese Mahmoud Abbas. Assenti annunciati i rappresentanti israeliani.

A meno di un anno dal riconoscimento della Palestina come Paese osservatore non membro dell’Onu, il numero uno dell’Anp ha tenuto un lungo discorso sull’esigenza di andare avanti con i negoziati di pace.

Abbas ha sottolineato la necessità di vigilare sul comportamento di Israele che continua da anni a condurre una politica di insediamenti illegale nei territori. Molti gli insediamenti in costruzione nei territori e nella città santa, Gerusalemme.

Malgrado le parole di Abbas però, gli abitanti di città come Hebron, da decenni divisa in due in una coabitazione forzata fra alcune centinaia di coloni e migliaia di palestinesi, non sembrano credere alle parole del presidente.

Dice un residente: “Abbas fa quello che può, ma i negoziati sono inutili. Cosa abbiamo ottenuto negli ultimi 20 anni? L’esercito israeliano è entrato a Nablus, Hebron e Ramallah e fa quello che vuole senza che nessuno possa farci niente”.

Dall’inizio dell’anno Israele ha continuato la costruzione di migliaia di unità abitative negli insediamenti e aperto gare d’appalto per migliaia di altre in territorio palestinese. Malgrado le roboanti dichiarazioni di Abbas l’annuncio del novembre 2012, quando l’Onu decise di accettare la Palestina come paese osservatore non membro, sembra lontanissimo.