ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Usa, braccio di ferro al Congresso per innalzare il tetto del debito

Lettura in corso:

Usa, braccio di ferro al Congresso per innalzare il tetto del debito

Dimensioni di testo Aa Aa

Tutto pronto al Congresso per quella che ormai è diventata una tradizione a stelle e strisce: il braccio di ferro tra democratici e repubblicani sull’innalzamento del tetto del debito.

Il 17 di ottobre le manovre straordinarie messe in campo dal Tesoro americano non saranno più sufficienti.

Quel giorno, ha messo in guardia il Segretario Jack Lew, il governo si ritroverà con soli 30 miliardi di dollari. Non abbastanza per ripagare i debiti.

Il conto alla rovescia in realtà scadrebbe già il primo di ottobre, data in cui si esaurisce la vecchia legge di bilancio.

Proprio quella nuova è al centro della contesa tra Casa Bianca e repubblicani.

In cambio dell’innalzamento oltre il limite fissato di quasi 17 mila miliardi di dollari, lo speaker della Camera Boehner chiede tagli al programma sanitario del presidente Obama.

Un fallimento dei negoziati porterebbe alla serrata di tanti uffici federali.

Brutta prospettiva per un Paese che, con la conferma del dato del 2,5% di crescita nel secondo trimestre, si avvia verso la ripresa.

Il rapporto del Dipartimento del Commercio sarà sicuramente materia di dibattito alla Federal Reserve: per la prima volta dal 2009, anno di esplosione della crisi, l’indice dei prezzi al consumo presenta infatti un segno meno.