ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Pakistan, soccorsi a rilento dopo il sisma in Balucistan

Lettura in corso:

Pakistan, soccorsi a rilento dopo il sisma in Balucistan

Dimensioni di testo Aa Aa

Decine di migliaia di pakistani restano ancora in attesa di soccorsi, dopo il terremoto che martedi nella regione del Belucistan ha causato la morte di almeno 350 persone.

Il sisma, di magnitudo 7.7, ha colpito una delle zone più povere del paese, radendo letteralmente al suolo le abitazioni costruite con mattoni di fango.

Dopo aver proclamato lo stato d’emergenza, le autorità hanno inviato sul posto l’esercito e un centinaio di medici e infermieri.

Si cerca ancora sotto le macerie. Spesso si arriva a estrarre delle persone ancora in vita, ma per poterle curare a volte occorre ricoverarli negli ospedali di Karachi, a 250 chilometri. Le poche strutture sanitarie sul territorio infatti sono state distrutte.

Effetto del terremoto anche le due piccole isole emerse dalle acque dell’Oceano Indiano, 400 chilometri a sud dell’epicentro.

La prima isola emersa – battezzata dai locali “la montagna del sisma” – ha attirato molti curiosi che si sono avvicinati con le barche.

  • Pakistan earthquake creates new island

    Photographer: Irshaad Mastoi/ Anadolu agency