ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Kenya. Al-Shabaab minaccia: "è solo l'inizio". Procede riconoscimento vittime

Lettura in corso:

Kenya. Al-Shabaab minaccia: "è solo l'inizio". Procede riconoscimento vittime

Dimensioni di testo Aa Aa

Questo è soltanto l’inizio. Le minacce del gruppo di estremisti islamici al-Shabaab risuonano mentre sono andora calde le macerie del centro commerciale Westgate di Nairobi, in Kenya.

L’edificio è ridotto a un cratere fumante dopo l’assedio durato 4 giorni e costato la vita a 61 civili, 6 militari e 11 assalitori, stando al bilancio fornito dal governo keniano. Ma sul numero delle vittime pesa il sospetto insinuato dallo stesso gruppo estremista somalo che parla di oltre 170 ostaggi uccisi durante l’attacco.

Gli esperti forensi di Nairobi intanto lavorano a pieno ritmo per identificare le vittime con l’appoggio di specialisti israeliani, statunitensi, britannici. “Al momento abbiamo ricevuto 33 corpi dal Westgate e stiamo lavorando su altri 4” spiega un responsabile della camera mortuaria. “Dopo verranno restituiti alle famiglie. Avremmo voluto farlo più rapidamente ma tutto il personale era impegnato nella ricerca delle vittime sotto le macerie dell’edificio”.

Il Ministro dell’Interno keniano assicura che le autorità ritengono di poter ancora rinvenire soltanto i cadaveri degli assalitori. Ma la stessa Croce Rossa sostiene che i dispersi potrebbero essere 71. Il Paese osserva 3 giorni di lutto nazionale.