ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Duplice attacco in Kashmir per far saltare il dialogo tra India e Pakistan

Lettura in corso:

Duplice attacco in Kashmir per far saltare il dialogo tra India e Pakistan

Dimensioni di testo Aa Aa

Un commando di militanti armati ha attaccato un commissariato di polizia e una base militare nello stato indiano del Kashmir, uccidendo almeno dodici persone. Un’azione mirata forse a far saltare il vertice tra India e Pakistan sul futuro del Kashmir, previsto a New York per domenica.

Dopo aver preso d’assalto il commissariato di Hiranagar, uccidendo sei agenti e tre civili, i militanti si sono impadroniti di un camion e hanno attaccato la caserma di Samba, ingaggiando un lungo scontro a fuoco con i militari.

Mercoledì, il premier indiano Manmohan Singh aveva annunciato un vertice, nel fine settimana, con la sua controparte pakistana, Nawaz Sharif, a margine dell’Assemblea generale delle Nazioni Unite. Alla luce del duplice attacco, l’opposizione nazionalista indiana ha chiesto di annullare l’incontro. Richiesta respinta da Singh, che ha invece ribadito di voler andare avanti sul cammino negoziale.

Il vertice, il primo da quando Sharif è salito al potere nel maggio di quest’anno, punta a normalizzare le relazioni tra India e Pakistan e a esplorare soluzioni ad antiche dispute, compresa quella sul territorio conteso del Kashmir. In questa regione, a maggioranza musulmana, il governo di New Delhi fronteggia dal 1989 frange di ribellione alla sua autorità. Il Pakistan nega di armare gruppi di militanti, ma ammette di sostenere la comunità musulmana che si dice vittima di abusi e discriminazioni.