ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Romania: i cani randagi saranno soppressi

Lettura in corso:

Romania: i cani randagi saranno soppressi

Dimensioni di testo Aa Aa

La Corte Costituzionale rumena ha dato il via libera alla legge che dispone l’eliminazione in massa dei cani randagi, in contrasto con le indicazioni europee. Deluse le associazioni animaliste, come l’italiana Save The Dogs, che da 10 anni, in alcune località della Romania, pratica la sterilizzazione come alternativa all’eutanasia. Proteste a Bucarest.

“Dovremmo reagire in maniera ragionevole – sottolinea Irina, una manifestante – sterilizzando tutti i cani, anche quelli che hanno un padrone.”

Le fa eco Hilda: “Sono venuta qui appositamente dal Belgio per manifestare sul problema dei cani. Penso sia assolutamente sbagliato ciò che state facendo qui in Romania, uccidendo tutti i cani randagi e quelli nei canili.”

La legge prevede che gli animali siano catturati e soppressi dopo 14 giorni se nessuno li avrà adottati, ma gli animalisti denunciano che è già in corso una mattanza indiscriminata per le strade, col beneplacito di molti.

“Penso – afferma un’anziana donna – che dovrebbero essere portati da qualche parte oppure soppressi. Sono pericolosi. Vivo in una zona della città che è piena di cani.”

La legge era stata approvata sull’onda dell’emozione per un episodio dai contorni poco chiari. Un bimbo di 4 anni, sfuggito alla sorveglianza della nonna in un parco, era stato ritrovato in un terreno piuttosto distante, dove sarebbe stato ucciso da un gruppo di cani.