ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Cartoon d'Or a Tolosa

Lettura in corso:

Cartoon d'Or a Tolosa

Dimensioni di testo Aa Aa

Quest’anno il Cartoon d’Or per il miglior film di animazione è andato al britannico “Head Over Heels”, già nominato agli oscar. Il premio è stato consegnato in chiusura del Cartoon Forum che quest’anno si è celebrato a Tolosa, Francia.

Girata con la tecnica della stop motion l’opera racconta di una coppia che vede il mondo da angolature diverse ma deve inventarsi un metodo per condividere il quotidiano.

Wolfgang Spindler, Euronews:
“Com‘è venuta l’idea del film?”

Fodhla Cronin O’Reilly, regista e produttore:
“L’idea originale viene dalla tela di Rembrandt “Il filosofo in meditazione” e i suoi piani capovolti. Abbiamo cercato di applicare il concetto ad una coppia e vedere cosa avviene se separate i loro piani, la storia è giocata su questo”.

Fra le opere che hanno avuto una nomination figura la produzione franco-belga Betty’s Blues di Rémi Vandenitte dedicato ad un giovane chitarrista che si immerge nella Luisiana dell’età del blues. Come mai l’opera è stata girata coniugando la tecnica 3D dei pupazzi con la stop motion? Risponde l’autore…

Rémi Vandenitte, regista:
“Perchè queste due tecniche non raccontano allo stesso modo, una è piu’ allegorica mentre la stop motion si avvicina di piu’ al pubblico, è piu’ concreta, per me la scelta della tecnica d’animazione deve corrispondere all’obiettivo dell’opera”.

Altra opera che ha avuto una nomination al
Cartoon d’Or è “Ecart de conduit” con la protagonista Chloé che deve prendere la patente di guida. L’autrice è la spagnola Rocio Alvarez.

Rocio Alvarez, regista:
“ Abbiamo scelto questo tema con questa piccola esperienza perchè è un soggetto che investe tutti, tutti prima o poi prendono la patente di guida. Cosi’ ho deciso di girarci sopra questa commedia divertente fino in fondo”

(“Kali The Little Vampire”) “Kali il vampiretto” racconta di un protagonista che vive nell’ombra ma sogna di vivere di giorno e giocare con gli altri ragazzi della sua età. La regista portoghese spiega il significato di questa sezione della sua trilogia…

Regina Pessoa, regista : “Mia madre era schizzofrenica, era diversa”

Regina Pessoa, regista:
“Ho vissuto l’esperienza di essere una persona diversa, di essere figlia di una persona diversa dalle altre; con questo film ho voluto fare pace con la mia infanzia”

Regina Pessoa :
“Nel film ho voluto un personaggio che si accettasse per quello che è e che non puo’ essere come gli altri”

Questa stop motion, firmata da Augusto Zanovello, evoca la prima guerra mondiale e le sue trincee in cui una infermiera incerotta il volto di un soldato sfigurato con lettere d’amore che avranno il potere di curarlo.

Il premio Cartoon d’Or, con una dotazione da 10.000 mila euro, è il solo riconoscimento paneuropeo ai film d’animazione del nostro continente.

per maggiori informazioni: cartoon-media.com