ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Atene: scontri dopo corteo anti Alba Dorata

Lettura in corso:

Atene: scontri dopo corteo anti Alba Dorata

Dimensioni di testo Aa Aa

Incidenti ad Atene a margine della manifestazione antifascista indetta dopo l’uccisione di un rapper di sinistra da parte di un militante di Alba Dorata.

In serata agenti antisommossa hanno usato lacrimogeni contro decine di dimostranti che lanciavano pietre e bottiglie incendiarie verso di loro.

Nelle ore precedenti, migliaia di greci erano scesi in piazza pacificamente in una ventina di città.

I dimostranti hanno chiesto la messa al bando della formazione di estrema destra, già sotto inchiesta sia per aggressioni di matrice politica e razzista, sia per altri reati come ricatti e racket. Intanto si indaga su agenti di polizia simpatizzanti del movimento, che gli avrebbero fornito informazioni riservate e armi.

“Abbiamo paura ad uscire di casa – afferma un manifestante -. Ci sono gang di Alba Dorata dappertutto. Picchiano la gente, senza distinzioni di sesso, di religione o altro.”

“Alba Dorata – aggiunge una donna – dovrebbe rispondere alla legge, prima ancora di essere messa fuorilegge. Si deve trovare un modo perché la gente smetta di appoggiarli. Sono nelle scuole e avvelenano i nostri figli.”

Oltre al presunto assassino del rapper, altri cinque membri del partito, ai quali gli investigatori sono risaliti dopo aver esaminato i tabulati dei loro cellulari, saranno incriminati per complicità nell’omicidio.

“Dopo la morte di un attivista di sinistra 35enne – ricorda il corrispondente di euronews Stamatis Giannisis – Alba Dorata è stata messa sotto inchiesta dalla giustizia greca che cerca di stabilire se le sue attività siano paragonabili a quelle di un’organizzazione criminale. In quel caso, alcuni dei suoi leader rischierebbero fino a 10 anni di prigione.”