ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Una Bond girl al Parlamento europeo per difendere i suini

Lettura in corso:

Una Bond girl al Parlamento europeo per difendere i suini

Dimensioni di testo Aa Aa

Una madrina d’eccezione per i diritti degli animali. L’attrice britannica Joanna Lumley, ex Bond girl, è intervenuta al Parlamento europeo per denunciare le terribili condizioni in cui sono allevati i suini in Europa.

L’ong Compassion in World Farming ha mostrato immagini dei maltrattamenti subiti dagli animali, in completa violazione di una direttiva europea del 2003.
L’ong ha condotto un’inchiesta in 45 allevamenti in sei paesi:

“Per favore applicate le leggi che adottate. Questo è l’unico obiettivo delle leggi” – ha dichiarato l’attrice britannica Joanna Lumley. “Se le leggi non funzionano, abolitele, e ricominciate. Ma ci sono delle leggi. Allora rispettatele. Qual è il vostro problema? Questa è la democrazia. Perché vi abbiamo nominato? la gente vi chiede di applicare queste leggi. e allora che cosa è successo?”

L’eurodeputato danese Dan Joergensen ha denunciato la concorrenza sleale tra gli allevatori del settore e invitato a una maggiore correttezza: “Gli allevatori che rispettano le leggi sono in condizioni ecomiche peggiori di quelli che non le rispettano. Perché naturalmente ci sono maggiori spese per loro. Ma ci devono essere condizioni uguali per tutti. Anche per questa ragione ci battiamo perché tutti rispettino i diritti degli animali”

Il Commissario europeo per la salute Tonio Borg ha ricordato che sono state aperte delle procedure di infrazioni contro nove paesi tra i cui i paesi con maggiore produzione Francia, Germania e Polonia: “Di solito gli stati membri rispettano la legge o devono migliorare l’applicazione, quindi sono abbastanza ottimista, ma poi ci sono quelli che rimangono fuori la legge contro cui la giustizia europea puo’ prendere provvedimenti”.