ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Iran. Atteso intervento all'Onu di Rouhani: incontrerà Hollande e forse Obama

Lettura in corso:

Iran. Atteso intervento all'Onu di Rouhani: incontrerà Hollande e forse Obama

Dimensioni di testo Aa Aa

Svolta iraniana o al contrario il volto presentabile dell’intransigenza della Repubblica Islamica. Il Presidente iraniano Hassan Rouhani è arrivato a New York per partecipare all’Assemblea Generale delle Nazioni Unite. E il mondo intero attende le sue parole per posizionarsi rispetto ai temi caldi che contrappongono l’Occidente a Teheran, nucleare in primis. Stati Uniti e Francia non si accontentano delle parole del religioso moderato che assicura: non cerchiamo l’atomica.

Una piccola manifestazione organizzata presso il Palazzo di Vetro da iraniani espatriati è stata controllata da vicino dalle forze dell’ordine. Persone che scandiscono slogan contro uno Stato che definiscono “terrorista”. In maniera meno radicale qualcuno tra di loro interpreta i bisogni del popolo iraniano: “Abbiamo bisogno di una rivoluzione vera. Il nostro popolo ha bisogno di libertà e democrazia, tutto qui” dice uno dei manifestanti.

Sebbene permanga un margine di incertezza, sembra confermato che il Presidente francese Hollande incontrerà Rouhani e la stessa Casa Bianca non ha escluso un faccia a faccia con il Presidente Obama.

“Quando Ahmadinejad, il predecessore di Rouhani, parlava alle Nazioni Unite, i rappresentanti diplomatici lasciavano l’Assemblea” commenta il nostro corrispondente Stefan Grobe. “Stavolta tutti vogliono essere presenti. Molti sono convinti che Rouhani rappresenti la chiave per una soluzione diplomatica che dia nuove prospettive per il Medio Oriente”.