ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

La Russia minaccia l'Ucraina: o con noi o con l'Unione europea

Lettura in corso:

La Russia minaccia l'Ucraina: o con noi o con l'Unione europea

Dimensioni di testo Aa Aa

La minaccia di Mosca a Kiev arriva direttamente dal premier Dmitri Medvedev. Nel caso in cui l’Ucraina dovesse firmare l’accordo per il libero scambio con l’Europa, sarà esclusa dall’Unione doganale con Russia, Bielorussia e Kazakhstan. L’intesa tra Kiev e Bruxelles è prevista per novembre a Vilnius, in Lituania, già nei giorni scorsi, però, durante la conferenza svoltasi a Yalta, erano arrivate intimidazioni piuttosto esplicite dal Cremlino.

“Nel caso in cui l’Ucraina firmasse l’accordo di associazione con l’Unione europea – aveva detto Sergey Glaziev, consigliere del presidente della Federazione Russa – le barriere commerciali con la Russia si innalzeranno. I produttori ucraini perderanno i mercati russi, bielorussi e kazaki. Anche la cooperazione nel campo della meccanica dovrà passare test molto severi. Aggiungere dazi significa la fine della cooperazione in molti rami
dell’economia”.

Immediata la replica di Mykola Azarov Primo ministro ucraino che, senza mezzi termini, aveva spiegato di non avere affatto paura delle minacce provenienti dalla Russia: “Siamo abituati a sopportare questi colpi e non temiamo nulla. Certo, stiamo lavorando su opzioni diverse, su come la situazione potrebbe evolversi e chiaramente speriamo nel sostegno del’Unione europea”.

Kiev però, prima dell’accordo di novembre, dovrà fornire risposte all’Europa. Bruxelles infatti chiede al Paese dell’est il rispetto dei diritti civili e politici dei cittadini ucraini e la liberazione dell’ex premier e leader dell’opposizione Iulia Timoshenko.