ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Testimonianza dall'inferno di Nairobi

Lettura in corso:

Testimonianza dall'inferno di Nairobi

Dimensioni di testo Aa Aa

Euronews ha raggiounto a Nairobi il giornalista freelance Mike Pflanz per avere una prima testimonianza sull’assalto al centro commerciale.
“Al momento l’assedio al centro commerciale è ancora in corso. Ci sono ancora diverse decine, forse un centinaio di persone bloccate nei negozi, nei caffé e nelle banche del mall.
Abbiamo visto uomini delle unità speciali
entrare nella struttura.
Non abbiamo piu’ sentito spari da un po’ ma la situazione è ancora molto tesa. Alcuni ostaggi sono stati rilasciati molti di loro feriti sono stati trasportati negli ospedali.

“Forse il fatto che da un po’ non abbiamo sentito spari vuol dire che le violenze sono cessate. O forse, come poco fa ci ha detto un ufficiale di polizia, significa solo che gli assalitori sono stati messi in difficoltà dalla polizia. La situazione è davvero molto fluida e il mall non è ancora sotto controllo.

L’edificio ha tre piani ed ad ogni piano ci sono circa una ventina di esercizi commerciali. Ci sono luoghi nell’edificio dove i clienti sorpresi dall’attacco sono realtivamente al sicuro ed altri dove gli assalitori possono essersi nascosti. Non sappiamo neanche quanti siano con esattezza gli assalitori e quindi è difficile sapere se la situazione si è ormai normalizzata.

Sono circolate diverse versioni. Ho sentito dire che gli assalitori hanno chiesto alla gente di certificare la propria fede religiosa. Chi ha fornito le risposte corrette dimostrando quindi di essere musulmano è stato rilasciato. Gli altri sono stati invece catturati