ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Germania a 24 ore dal voto, comizi fino all'ultimo

Lettura in corso:

Germania a 24 ore dal voto, comizi fino all'ultimo

Dimensioni di testo Aa Aa

Ostenta il sole dell’ottimismo Angela Merkel, ma all’orizzonte ci sono i nuvoloni della grande coalizione: i sondaggi si ripetono, a poche ore da un voto cruciale forse più per l’Europa che per la Germania i principali sfidanti si rincorrono di piazza in piazza e anche nei pronostici. La Merkel figura sempre prima, a meno di sorprese sarà di nuovo cancelliera, ma difficilmente avrà una maggioranza autosufficiente. Questo è l’appello che lancia e lancerà fino all’ultimo minuto disponibile:

“Più sarà forte il mio mandato, meglio potrò elaborare delle politiche per la Germania e rappresentare i nostri interessi in Europa e nel mondo. Voglio fare questo, e per fare in modo che accada vi chiedo di votare CDU

I socialdemocratici li conoscono, quei sondaggi: e sanno che qualcosa può cambiare solo se si portano alle urne gli indecisi, gli elettori delusi. Quelli potrebbero determinare l’eliminazione dal Parlamento dei liberali, attuali alleati di governo della Merkel. E anche degli euroscettici di Alternativa per la Germania, la nuova opposizione che rischia di togliere seggi cruciali alla sinistra.
È per questo che Peer Steinbrück, lo sfidante alla cancelleria, lancia l’appello al voto:

“C‘è gente che si chiede se vale la pena votare, se non sia il caso di punire con l’astensione i partiti politici. Io vi sarò grato se sfrutterete il vostro diritto di voto. Il mio appello principale è: andate a votare”.

Gli indecisi sono, secondo tutti gli istituti di sondaggio, poco meno di un terzo dell’elettorato, i partiti li cercano in ogni modo, anche con i social network che però non sembrano spostare nulla. E alla fine si insiste con il vecchio sistema: i comizi, uno dopo l’altro, fino all’ultimo.