ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

La Chiesa di Papa Francesco che si china sulle ferite

Lettura in corso:

La Chiesa di Papa Francesco che si china sulle ferite

Dimensioni di testo Aa Aa

Le parole di Papa Francesco non passano inosservate. Il giorno dopo la pubblicazione dell’intervista alla rivista gesuita Civiltà Cattolica, l’accoglienza, nel senso più cristiano del termine, espressa dal Pontefice a divorziati, omosessuali e alle donne che hanno affrontato un aborto, rimbalza sulle prime pagine di tutti i quotidiani. Per Bergoglio la Chiesa non deve giudicare ma essere in grado di ‘chinarsi sulle ferite’. Parole che non lasciano affatto indifferenti.

“Credo – dice un ragazzo – che finora sia l’unico Papa ad aver avuto il coraggio di riconoscere i problemi che ci sono all’interno della Chiesa, di affrontarli o comunque di tentare di affrontarli e accettare che esistano situazioni come l’omosessualità e le separazioni”.

“Non possiamo che essere contenti di questo Papa. Finalmente – aggiunge un altro intervistato – abbiamo un Papa di rinnovamento. Speriamo che riesca ad andare avanti e soprattutto che riesca a portare avanti questo rinnovamento
e queste sue idee”.

Le affermazioni di Francesco suonano molto diverse rispetto a quelle del suo predecessore. Benedetto XVI più volte aveva apertamente condannato aborto, divorzio e omosessualità, arrivando a definire quest’ultima come un ‘disordine intrinseco’.