ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Il barbone di Boston è ormai ricco: l'onestà paga

Lettura in corso:

Il barbone di Boston è ormai ricco: l'onestà paga

Dimensioni di testo Aa Aa

Il delitto, si sa, non paga, l’onestà invece sì, visto il lieto fine della storia del barbone di Boston. Ricordiamo i fatti. Glen James aveva trovato
42mila dollari fra contanti e travellers cheques, in una borsa abbandonata. Invece di tenerseli, li ha portati alla polizia.

Pubblicata la storia, sul web è nata un’iniziativa che ad ora, ha raccolto più del quadruplo della cifra che si trovava nella borsa. Ani Ziljan è il fundraiser che ha lanciato l’iniziativa di solidarietà:

“Voglio parlargli per sapere quali siano le sue aspettative. In definitiva è lui che deve decidere cosa fare di questi fondi. Da parte nostra vogliamo affiancarlo affinché trovi le persone giuste che lo aiutino nella giusta maniera”

Glen James è diventato l’eroe buono del web. La gara di solidarietà a suo favore ha coinvolto tutte le generazioni:

“Volevo comprare una bambola – dice una bambina – ma i soldi che ho risparmiato invece li darò a questo signore”.

Di fronte alla continua overdose di notizie negative, la storia di Glen James dimostra che gli amerciani, e non solo loro, hanno fame di happy ends.