ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Muri verdi meglio degli alberi per pulire l'aria in città

Lettura in corso:

Muri verdi meglio degli alberi per pulire l'aria in città

Dimensioni di testo Aa Aa

Muri vegetali per ripulire l’aria delle nostre città dall’inquinamento e dalle polveri sottili. Un progetto testato, con successo, in diversi luoghi, dai pedaggi autostradali ai parking sotterranei. Il primo esperimento è stato condotto in Francia nel centro di Lione (terza citttà del Paese). Sul ponte del parcheggio della stazione ferroviaria di Perrache sono state posizionate ben 12 colonne “verdi” ricoperte di vegetazione. Obiettivo purificare l’ambiente.

Il terreno, dove si trovano anche le piante, contiene naturalmente milioni di batteri. Questi enormi tubi verticali sono in grado di aspirare l’aria inquinata, spingendola verso le colonne vegetali. Gli enormi filtri antibatterici distruggono gli agenti inquinanti, mentre le piante stesse catturano la CO2.

“Qui erano presenti nell’aria 126 composti organici volatili che passavano attraverso il substrato. All’uscita il 70% è sparito, ci spiega René Rohr, professore di ecologia microbica”.

Il sistema è stato testato anche in altre situazioni, differenti dal parcheggio. Qui ci troviamo presso il casello Chamant dell’autostrada A1, a nord-est di Parigi. In questo tratto passano circa 80.000 macchine giorno. Auto che vanno, auto che si fermano. Un vero incubo per chi lavora ai caselli autostradali.

Per far fronte al problema, sono stati piazzati dei cubi vegetali disinquinanti. Tramite un sistema di aria compressa, l’aria ripulita arriva nelle cabine, rendendo l’ambiente più pulito. Ma come funziona esattamente il sistema di depurazione?

« Qui viene posizionato uno sfiato d’aria. Il sistema è in modalità aperta, l’aria viene convogliata fino a questo sfogo, che poi entra, su di un lato in cabina.”

Aria più respirabile, ambienti meno inquinati. I muri vegetali non solo riducono la presenza di anidride carbonica, ma sono un ottimo sistema per l’isolamento acustico. In Europa siamo appena agli inizi, ma in Cina e Messico, due paesi ad alto tasso di smog, sono una vera e propria moda, non solo ecologista.