ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Siria, Mosca dice di avere le prove che scagionano Assad per l'uso di armi chimiche


Siria

Siria, Mosca dice di avere le prove che scagionano Assad per l'uso di armi chimiche

Mosca rilancia le critiche nei confronti del rapporto dell’Onu sull’uso di armi chimiche in Siria. Il vice ministro degli esteri russo Serghiei Riabkov, in visita a Damasco, afferma che gli ispettori avrebbero mosso accuse politicizzate e poco obiettive.

Il rapporto conferma che il 21 agosto scorso, a Ghouta, i civili sono stati bombardati con gas sarin. Pur senza indicare un responsabile, afferma che l’attacco non è frutto di improvvisazione.

Riabkov sostiene invece che le autorità siriane gli avrebbero fornito le prove che siano stati i ribelli a utlizzare le armi chimiche. Una denuncia che allontana la prospettiva di un accordo in seno al Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite, dove un veto russo potrebbe bloccare ogni risoluzione che preveda l’uso della forza contro il regime siriano.

Nel perdurare dell’incertezza, ad Aleppo un gruppo di volontari ha cominciato ad addestrarsi per soccorrere la popolazione nel caso di nuovi attacchi chimici. L’insegnate è un ex studente di chimica di 21 anni. In tutto possono contare su tre maschere anti-gas e quattro tute protettive distribuite dall’esercito libero siriano.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo

mondo

Spagna, una città intera attende il distratto vincitore di una lotteria milionaria