ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Siria: diplomazie al lavoro all'ONU per una rapida soluzione condivisa

Lettura in corso:

Siria: diplomazie al lavoro all'ONU per una rapida soluzione condivisa

Dimensioni di testo Aa Aa

Si incontreranno anche oggi gli ambasciatori all’Onu di Stati Uniti, Regno Unito, Francia, Russia e Cina per tentare di trovare un accordo sul testo di una risoluzione, che spinga il regime siriano allo smantellamento del suo arsenale chimico.

Le posizioni restano distanti. Per Mosca è fuori discussione che venga inserita l’opzione di un intervento militare in caso di inadempienza, richiesto dalle potenze occidentali.

Aprendo i lavori dell’Assemblea Generale, Ban Ki-moon ha chiesto agli Stati membri di ritrovare l’unità e incrementare gli sforzi per risolvere il conflitto siriano, dopo gli sconvolgenti risultati del dossier degli ispettori ONU, che hanno provato l’uso di gas sarin contro i civili. Il segretario generale ha auspicato che si tenga al più presto la conferenza di pace.

Si aggrava l’emergenza umanitaria in Siria. L’Onu ha stimato in sette milioni le persone bisognose di aiuti urgenti.

Di questi oltre due milioni sono fuggiti dalla Siria. In queste immagini satellitari della Nasa si vede la drammatica espansione del campo profughi di Zatari, in Giordania, dall’inizio della guerra civile.

Quella che nel 2009 era un’area desertica si è trasformata in un pezzo di terra sovraffolato, che sta esplodendo con i suoi 110mila rifugiati siriani.