ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Grecia, terzo giorno di scioperi del settore pubblico

Lettura in corso:

Grecia, terzo giorno di scioperi del settore pubblico

Dimensioni di testo Aa Aa

Proseguono in Grecia per il terzo giorno consecutivo le agitazioni contro le politiche del governo nella pubblica amministrazione. Dopo lo sciopero di cinque giorni degli insegnanti oggi tocca ai dipendenti pubblici, che puntano a far rientrare l’intenzione di mettere in
mobilità 25.000 impiegati statali entro la fine del 2013.

“Ci hanno messo in ginocchio, con questa crisi non abbiamo più lavoro, non se ne trova da nessuna parte. E abbiamo famiglie che dipendono da noi, mogli disoccupate, bambini… ecco perche siamo qua a protestare”.

L’ondata di mobilitazione dà voce alla popolazione greca che paga per le politiche di austerità, ma non mancano opinioni critiche.

“E’ positivo che ci sia una forte reazione, cosi forse le misure che sono in arrivo saranno meno drastiche”.

“Non mi pare che lo sciopero possa portarci più avanti. I sindacalisti devono mostrare di stare facendo qualcosa. Si è visto un solo sciopero ottenere il suo obiettivo?”

Nonostante l’accresciuto disagio sociale, da Bruxelles il premier greco afferma che “la ripresa è imminente”. A lui ha fatto eco il presidente della Commissione Barroso, che ha detto di vedere per Atene “la luce alla fine del tunnel”.