ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Concordia: tanti porti italiani la vogliono, ma si fa largo ipotesi turca

Lettura in corso:

Concordia: tanti porti italiani la vogliono, ma si fa largo ipotesi turca

Dimensioni di testo Aa Aa

Tutti vogliono il relitto della Concordia. Mentre si attende l’avvio delle ricerche dei due dispersi e continuano le operazioni per la messa in sicurezza, i porti Piombino, Palermo, Genova e Civitavecchia si candidano allo smatellamento. Ma nelle ultime ore si fa largo l’ipotesi di un trasporto della nave in Turchia.

Oltre alla stabilizzazione, i tecnici cercano anche di evitare qualsiasi rischio agli operatori incaricati delle ricerche dei corpi dei dispersi: Maria Grazia Trecarichi e Russell Rebello.

“Dopo un anno non averla ancora ritrovata è indescrivibile – ha detto Stefania Vincenzi, figlia di Maria Grazia – Quindi spero davvero che, una volta che verrà messa in sicurezza la nave, potremmo riportarla a casa”.

Kevin Rebello, fratello di Russell, spera di andare via dal Giglio almeno con qualche risposta. I familiari dei dispersi sono stati portati, a bordo di un gommone, a pochissima distanza dalla parte riemersa del relitto dove hanno gettato dei fiori.

Le operazioni di stabilizzazione prevedono anche la verifica dell’impatto ambientale. “Non risultano segni di inquinamento” ha spiegato il commissario per l’emergenza Concordia, Franco Gabrielli.

  • Costa Concordia: A 'perfect operation'

    Source: Anadolu press agency

www.theparbucklingproject.com/


Agrandir le plan