ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Austria: polizia, il killer di Annaberg si è suicidato dandosi fuoco


Austria

Austria: polizia, il killer di Annaberg si è suicidato dandosi fuoco

Si è suicidato dandosi fuoco, mentre era barricato nella sua fattoria a Melk, dopo aver tentato di resistere sparando contro le decine di agenti che avevano circondato l’area. È finita così la fuga del bracconiere austriaco, che nella notte tra martedì e mercoledì ha ucciso tre poliziotti e un infermiere della Croce Rossa.

È ciò che pensa la polizia, che dopo ore di assedio ha fatto irruzione nell’edificio. Lì, ha spiegato un portavoce, è stato trovato in una stanza un cadavere carbonizzato, che dovrebbe appartenere ad Alois Huber, autotrasportatore di 55 anni, ritenuto reponsabile della strage.

A confermarlo saranno i dovuti accertamenti.

Tutto è cominciato ieri sera, quando una pattuglia aveva cercato di fermare il sospetto bracconiere mentre viaggiava in auto nei pressi di Annaberg. L’uomo nel tentativo di fuga era finito con la vettura in un fosso.

Una volta sceso dalla macchina aveva sparato e ucciso un agente e un infermiere impegnato nelle operazioni di soccorso. Quindi era nuovamente scappato e davanti a un nuovo posto di blocco, aveva ucciso ancora un poliziotto e ne aveva preso in ostaggio un altro. Anche quest’ultimo è stato poi trovato senza vita.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo

mondo

Messico: oltre cinquanta morti per le tempeste