ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

La Costa Concordia torna in verticale. Ora parte la fase di stabilizzazione.

Lettura in corso:

La Costa Concordia torna in verticale. Ora parte la fase di stabilizzazione.

Dimensioni di testo Aa Aa

Il relitto della Costa Concordia è tornato in posizione verticale. Ora all’Isola del Giglio parte la fase di stabilizzazione. Far sì che la nave affronti l’inverno in condizioni di sicurezza per poi essere accompagnata in primavera nel porto di destinazione: Piombino o Palermo. Intanto proseguono senza sosta le ricerche delle ultime due vittime.

“ Ho già dato mandato all’ammiraglio Faraoni, che è il responsabile del coordinamento delle forze che dovranno materialmente cercare i corpi dei due dispersi, ha dichiarato il capo della Protezione Civile italiana Franco Gabrielli”.

Nella tragedia della Costa Concordia, avvenuta, il 13 gennaio del 2012, morirono 32 persone.In questi giorni al Giglio erano presenti alcuni sopravvissuti e alcuni dei familiari delle vittime. C‘è chi si è congratulato direttamente con tutto il team per il successo dell’operazione. Nick Sloane, che ha diretto i lavori di rimessa in asse dalla control room, è stato accolto come una star: “sono davvero molto sopreso e contento. Ci aspettavamo di avere più problemi alla partenza. Ma il danno era in realtà già stato fatto”.

L’Isola del Giglio tira un sospiro. Il disastro ambientale è stato evitato. Dopo quasi venti ore di lavoro, il raddrizzamento si è concluso con successo. L’enorme nave da crociera si appoggia su un fondale, costruito ad hoc, a 30 metri di profondità. Un progetto ingegneristico mai realizzato prima. Per un costo di oltre 600 milioni di euro. Spese che la Costa Crociere si è impegnata a coprire.

  • Costa Concordia: A 'perfect operation'

    Source: Anadolu press agency

www.theparbucklingproject.com/


Agrandir le plan