ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Accordo USA-Russia. Arriva il no dell'opposizione siriana.

Lettura in corso:

Accordo USA-Russia. Arriva il no dell'opposizione siriana.

Dimensioni di testo Aa Aa

C‘è subito un secco no all’accordo di Ginevra. Arriva dall’opposizione siriana che boccia, senza mezzi termini, l’intesa tra Stati Uniti e Russia. Da Istanbul, il generale Salim Idris, capo dell’Esercito siriano Libero, ha ribadito che i ribelli non hanno mai usato armi chimiche negli attacchi in Siria, aggiungendo di non poter accettare in alcun modo il patto siglato.

“Noi non riconosciamo l’iniziativa di Mosca dichiara il generale Salim Idris, capo dell’Esercito siriano Libero. Pensiamo che i russi e il governo siriano stiano in qualche modo bleffando, e stiamo cercando di guadagnare tempo per favorire il regime criminale di Damasco. Siamo pronti ad appoggiare e facilitare la missione degli investigatori Onu nel paese, ma sia chiaro: non ci sarà alcun cessate il fuoco contro i fedelissimi di Assad”. Secondo i ribelli il regime siriano avrebbe già sposato in questi ultimi giorni tutto il suo arsenale in Libano e in Iraq.

Intanto la comunità internazionale plaude all’intesa raggiunta. Ora pero’ serve metterla in pratica il prima possibile, fanno sapere Londra e Parigi. Prossimi step l’incontro lunedi’ tra il ministro degli Esteri francese Laurent Fabius e il capo del Dipartimento americano John Kerry.

Dal Palazzo di Vetro arrivano anche le parole del Segretario generale delle Nationi Unite. Secondo Ban Ki-moon l’accordo dovrebbe aiutare a fermare la sofferenza terribile del popolo siriano, impedire ogni ulteriore uso di armi chimiche in Siria e spianare la strada a una soluzione politica.