ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Siria. Obama: la soluzione diplomatica sarebbe ideale

Lettura in corso:

Siria. Obama: la soluzione diplomatica sarebbe ideale

Dimensioni di testo Aa Aa

Il Presidente degli Stati Uniti Barack Obama riprende il controllo della strategia della pressione che gli era sfuggita di mano e, con una campagna di comunicazione senza precedenti fatta di una decina di interviste alla vigilia di un discorso alla Nazione, assicura: per la crisi in Siria la soluzione diplomatica sarebbe la mia preferita.

“Se effettivamente ci fosse una soluzione diplomatica sarebbe di gran lunga la mia preferita” ha dichiarato. “Ho dato istruzioni a John Kerry affinchè discuta direttamente con i russi per valutare e capire se si può compiere questo sforzo diplomatico trovando una formula che dia alla comunità internazionale un meccanismo certo e trasparente per gestire l’arsenale chimico in Siria. Io sarei assolutamente favorevole”.

La soluzione che farebbe comodo a tutti è quella suggerita a Londra da John Kerry e presa al balzo da Mosca: eliminare l’arsenale chimico di Damasco. Ideale per Obama, Nobel per la Pace sempre meno credibile; ideael per Putin ormai troppo calato nei panni di amico del tiranno siriano; ideale per il tiranno siriano Assad ormai troppo vicino a perdere il posto.

Dopo 10 giorni di atmosfera e discorsi da intervento imminente, ora il voto del Congresso è stato rinviato di 24 ore. E i dubbi sul fatto che all’intervento militare in Siria si dirà “no” restano sempre meno.