ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Turchia: Pkk sospende il ritiro e accusa Erdogan di non rispettare gli accordi

Lettura in corso:

Turchia: Pkk sospende il ritiro e accusa Erdogan di non rispettare gli accordi

Dimensioni di testo Aa Aa

Il Pkk, il partito dei lavoratori del Kurdistan, sospende il ritiro dal territorio turco, iniziato a maggio verso il Nord Iraq, accusando il governo di Ankara di averlo “ingannato”, di non aver rispettato, nelle scadenze concordate, gli impegni presi nell’accordo di pace.

Secondo il leader dell’ala politica dei guerriglieri separatisti Cemil Bayik, il premier Erdogan non ha dato seguito agli accordi della trattativa, iniziata alla fine del 2012, per una soluzione politica del conflitto del Kurdistan che dal 1984 oppone Ankara e la minoranza curda. Violenze che hanno lasciato sul terreno oltre 30 mila morti, soprattutto curdi.

Il dialogo era stato avviato dal governo turco con il leader del Pkk Abdullah Ocalan, ora in carcere nell’isola di Imrali. Il piano di intesa prevede il disarmo dei ribelli in cambio del riconoscimento di alcuni diritti della minoranza da parte del governo centrale.