ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Gran finale a Deauville per il Festival del Cinema Americano

Lettura in corso:

Gran finale a Deauville per il Festival del Cinema Americano

Dimensioni di testo Aa Aa

Il Gran premio della 39esima edizione del Festival del Film Americano a Deauville è andato alla pellicola “Night Moves” della regista Kelly Reichardt che non è potuta restare alla cerimonia conclusiva. Il suo film mette a fuoco la vicenda di 3 ecologisti estremisti che danneggiano una centrale idroelettrica simbolo della cultura industriale alla quale si oppongono.

Il Premio della Giuria è andato ex aequo al regista Sam Fleischner, per il suo “Stand clear of the closing doors” ed a Chris Eska regista di “The retrieval”. Il regista Ryan Coogler, appena 27enne, ha vinto due premi per il suo “Fruitvale station” (già vincitore al Sundance Film Festival”).

“Stand clear of the closing door” è la storia di un adolescente autistico che si avventura in una odissea metropolitana.

Durante i 10 giorni del festival oltre alle proiezioni dei 14 film in competizione si sono svolti workshop, tavole rotonde dedicate al cinema a stelle e strisce.

Giovanni Magi, Euronews:
“La competizione mette in risalto le produzioni indipendenti e i nuovi talenti ma il fascino del Festival del Cinema Americano sta anche e soprattutto nella presenza di celebrità e divi di hollywood”.

Deauville ha premiato anche John Travolta che è stato accolto con grande calore dai fan. Travolta conosceva già Deauville per ragioni personali. Il suo ultimo ruolo è stato quello di un ex soldato serbo.

John Travolta, attore:” Sento la devozione che il pubblico mi riserva da tanti anni. E’ una cosa molto bella ricevere questo genere di riconoscimento”.

Euronews:
“Recentemente lei ha interpretato ruoli da cattivo. In questo personaggio si è trovato a suo agio?”

John Travolta, attore:
“ Mi sento sempre a mio agio con buoni soggetti e buoni copioni. Se il personaggio è buono o cattivo non conta. La cosa piu’ importante è la qualità della comunicazione e se questa è buona io ne sono molto lieto”.

Travolta ha ricevuto un riconoscimento in seguito all’anteprima a Deauville del suo film “Killing Season” che interpreta insieme a Robert De Niro. Nelle terre sperdute di Smoky Mountain, un veterano americano della guerra di Bosnia (De Niro) vive isolato in una capanna nei boschi La sua esistenza è tranquilla finché un giorno, uno straniero, un ex soldato serbo, anche lui veterano della Bosnia (Travolta) giunge nei paraggi assetato di vendetta.

3.57
Sorpresa a Deauville con l’attrice britannica Tilda Swinton giunta per la preentazione del suo ultimo film “Snowpiercer”, in cui interpreta il ruolo di un personaggio autoritario e implacabile.

Tilda Swinton, attrice:
“ Credo che questo personaggio risalga ad una reale tradizione come quella che si rifà ai grandi capi, roboanti che sono come clown. E qualche volta giocano un po’ il ruolo dei clown. Se vi ricordate Gheddafi con la sua scenografia, le sue medaglie con le quali giocava un ruolo. Mi sono ispirata anche ad altri autori come il Charlie Chaplin del grande dittatore, i leader tronfi da cui prendere qualcosa per trasformarlo in elemento teatralizzabile”.

“Snowpiercer” è un film di fantascienza, diretto dal coreano Bong Joon-ho in cui un treno rappresenta l’ultimo rifugio dopo una devastante glaciazione. I superstiti dell’umanità che viaggiano sul treno vanno a costituire un piccolo microcosmo dove sussistono differenze di classe, differenze sociali, di pensiero politico, cultura e religione.