ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Cio: fine di un'era, Jacques Rogge lascia dopo 12 anni

Lettura in corso:

Cio: fine di un'era, Jacques Rogge lascia dopo 12 anni

Dimensioni di testo Aa Aa

Dopo 12 anni si chiude l’era di Jacque Rogge alla guida del Comitato Olimpico Internazionale. Martedì, nel corso della 125esima assemblea del Cio, a Buenos Aires sarà eletto il suo successore.

Rogge, 73 anni, originario di Gand in Belgio, lascia la carica di numero uno del Comitato Olimpico dopo una vita passata nello sport, prima come atleta e poi come dirigente.

Appassionato di vela, ha preso parte a tre edizioni consecutive dei Giochi Olimpici: nel ’68 a Citta del Messico, nel ’72 a Monaco e nel ’76 a Montreal.

“Il mio successore dovrà affrontare le mie stesse sfide -è la previsione di Rogge -. Ad esempio la crescente inattività dei giovani, che porta a obesità e che conduce a problemi cardiovascolari. Poi dovrà portare avanti le battaglie contro doping, partite truccate e scommesse illegali. Le sfide saranno le stesse”.

Sono sei i candidati alla successione. Il nome di maggior spicco è quello di Sergey Bubka, ex campione ucraino di salto con l’asta, ma i favori del pronostico sono tutti per il sessantenne Thomas Bach, presidente del Comitato Olimpico tedesco.