ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

E' partito il countdown per scoprire dove si terranno le Olimpiadi 2020

Lettura in corso:

E' partito il countdown per scoprire dove si terranno le Olimpiadi 2020

Dimensioni di testo Aa Aa

Manca pochissimo alla scelta della città che ospiterà i Giochi Olimpici del 2020. Sabato sera, a Buenos Aires, il Comitato Olimpico Internazionale voterà per stabilire dove si terrà l’evento sportivo piu’ atteso, tra 7 anni; se a Madrid, Istanbul o Tokyo, le tre candidate finaliste.

Secondo i bookmaker, la grande favorita è la capitale spagnola. Nonostante la crisi economica e l’alto tasso di disoccupazione, Madrid punta tutto sull’entusiamo dei madrileni, sul fatto che l’80% delle infrastrutture sia già completato e sul budget ridotto.

“Credo sia importante che l’80% delle infrastrutture sia pronto, soprattutto considerando la situazione economica internazionale”, spiega Ana Botella, sindaco di Madrid. “La nostra è una candidatura senza rischi, è una candidatura sicura”.

Istanbul vuole essere la prima città al mondo a ospitare le Olimpiadi in due continenti contemporaneamente. Le tensioni sociali che hanno infiammato piazza Taksim e l’eventuale scoppio di una guerra in Siria, potrebbero pero’ rimescolare le carte in tavola.

“Ci sarà un solo evento, in una sola città, ma allo stesso tempo in due continenti diversi”, sono le parole del Presidente della candidatura turca, Hasan Arat. “Sarebbe interessante per il movimento olimpico visitare questa parte del mondo, cosi’ diversa in quanto a cultura e visioni”.

La terza città candidata e, secondo le voci seconda favorita, è Tokyo.
L’efficienza giapponese e la puntualità dei lavori sono certamente dei vantaggi. La fuoriuscita di acqua contaminata dalla centrale nucleare di Fukushima è invece tutt’altro che rassicurante.

“L’ho già spiegato precedentemente: il livello di radiazioni nell’acqua o nel cibo è nei limiti di sicurezza”, sostiene il Presidente del Comitato Olimpico Giapponese, Tsunekazu Takeda.