ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ucraina: approvate le prime riforme richieste da UE

Lettura in corso:

Ucraina: approvate le prime riforme richieste da UE

Dimensioni di testo Aa Aa

L’Ucraina compie nuovi passi verso Bruxelles.
Il parlamento di Kiev ha approvato una prima serie di leggi che rientrano nel pacchetto di riforme richieste dall’Unione Europea. Tra queste il provvedimento che introduce migliori condizioni per i detenuti nelle carceri dell’ex Repubblica sovietica.
Ma sono altre le riforme piú spinose ancora al vaglio del parlamento, come la riforma della magistratura.

“Dopo il primo passaggio in Parlamento – ha dichiarato Oleg Zarubinsky, del Partito delle regioni – abbiamo inviato per una valutazione il progetto di legge sulla Procura della Repubblica presso le istituzioni europee.
Ci aspettiamo una risposta a breve e sono certo che verrà approvato presto”.

Una delle richieste piú scottanti avanzate dall’Unione Europea, che sembra rimanere in sospeso, è il rilascio dell’ex Primo ministro Iulia Timoshenko, condannata a sette anni di carcere.

“Molti di questi progetti di legge – sostiene Ihor Miroshnichenko, del partito di opposizione Svoboda – sono purtroppo solo di facciata. Ovviamente li abbiamo approvati ma solo perché vogliamo dimostrare la nostra buona volontà nei confronti dell’Unione Europea”.

Il tempo stringe per Kiev. Il vertice con l’Unione Europea per siglare un accordo di associazione e di libero scambio è previsto a Vilnius per fine novembre.

“Anche se il Parlamento ucraino ha fatto un grande passo avanti, non ha ancora soddisfatto tutti i requisiti richiesti da Bruxelles. I parlamentari non hanno affrontato riforme fondamentali come la legge elettorale e quella sulla Procura della Repubblica. Da Kiev Maria Korenyuk, euronews”.