ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Fukushima: radiazioni dall'acqua piovana che s'infiltra sotto ai reattori

Lettura in corso:

Fukushima: radiazioni dall'acqua piovana che s'infiltra sotto ai reattori

Dimensioni di testo Aa Aa

L’unica cosa certa a Fukushima è che ogni giorno che passa la situazione appare sempre più incontrollabile. Due anni dopo il danneggiamento della centrale, le autorità giapponesi designano un nuovo colpevole: l’acqua che affluirebbe dalle montagne circostanti e che scorrerebbe sotto ai reattori caricandosi di radazioni.

Sarebbe questa massa d’aqua, 400 tonnellate al giorno, a far aumentare drammaticamente il livello di radioattività nella zona:

“Il governo si occuperà di tutto” dice il solito portavoce Yoshihide Suga. L’ultima trovata sarebbe quella di congelare il terreno intorno al reattore per bloccare il flusso.

Fino a due giorni gli stessi esperti parlavano di lavare l’acqua dalle radiazioni per riportarla sotto al livello autorizzato per legge, per poi riversarla in mare.

Negli ultimi giorni foto del sito circolate su internet mostravano del vapore sprigionarsi dal mare antistante l’impianto, come se la zona fosse molto calda. Il fenomeno non riconosciuto ufficialmente ha suscitato il timore che ci sia un’anomalia ancora più grave di quanto finora riconosciuto.