ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Siria, Obama: la comunità internazionale non resti in silenzio, ne va della sua credibilità


Siria

Siria, Obama: la comunità internazionale non resti in silenzio, ne va della sua credibilità

La comunità internazionale non può “restare in silenzio di fronte al massacro di civili”, adulti e bambini, con armi chimiche, altrimenti “ne andrà della credibilità di tutti”, America compresa.

A Stoccoloma, dove ha incontrato il premier svedese Friederick Reinfeldt, il presidente statunitense Barack Obama ha ribadito la necessità di un intervento militare in Siria: “Si possono sempre trovare dei motivi per non agire. Questa è una situazione molto complicata ed è certo che non sarà una risposta di tipo militare a risolvere la tragedia della guerra civile in Siria. Quella tragedia potrà essere risolta soltanto attraverso un processo di transizione politica. Ma possiamo inviare un segnale chiaro e forte contro l’impiego di armi chimiche. Possiamo far passare a Bashar al Assad la voglia di riprovarci. Possiamo neutralizzare le sue capacità militari di farlo”.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

traduzione automatica

Prossimo Articolo

mondo

Iraq: intera famiglia sterminata con operazione punitiva. Continiuano le violenze settarie