ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Gli attivisti dei diritti omosessuali si molitano contro le leggi della Russia

Lettura in corso:

Gli attivisti dei diritti omosessuali si molitano contro le leggi della Russia

Dimensioni di testo Aa Aa

A poche ore dall’inizio del G20, gli attivisti si mobilitano contro le leggi anti-gay della Russia. Centinaia di persone hanno manifestato a Londra per fare pressione sul primo ministro David Cameron affinché sollevi la questione dei diritti al vertice in programma a San Pietroburgo domani e dopomani.

“Vorremmo che David Cameron inserisse i diritti dei gay tra i temi del G20 – dice l’attivista David Tatchell – e che vi fosse una dichiarazione congiunta dei leader mondiali per chiedere il rispetto non solo dei diritti degli omosessuali, ma anche il rispetto di tutti i diritti umani in Russia”.

Oltre a Londra, manifestazioni sono state organizzate anche in più di trenta città del mondo nell’ambito di una campagna contro le leggi in vigore in Russia, considerate discriminatorie da più parti. Anche da Barack Obama, che sfida di nuovo Vladimir Putin, scegliendo di incontrare a San Pietroburgo la comunità gay russa.