ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Eterni adolescenti inquieti

Lettura in corso:

Eterni adolescenti inquieti

Dimensioni di testo Aa Aa

All’assedio dei fan è abituato da quando ha 11 anni ma adesso ne ha 24 l’ex maghetto Harry Potter, al secolo Daniel Radcliffe,passa il suo bagno di folla in laguna.

E’ l’interprete di “Kill Your Darlings, Giovani Ribelli”, il film sulla Beat generation di Burroghs, Ginsberg, Kerouac quando ancora erano adolescenti. In Italia sarà presto sul grande schermo mentre alla Mostra passa alle Giornate degli Autori.

Daniel Radcliffe, attore:
“I fan dei film di Harry Potter e dei libri su Harry Potter non sono fan solo di questi testi ma sono fan di buoni libri e buoni film. Possono venire con te verso altre cose. Sono molto grato per avere questo sostegno dietro di me. Credo che la mia interazione con i fan li porti anche verso mie nuove attività non convenzionali”

Il film non è la storia della Beat generation ma di studenti universitari ancora adolescenti insicuri che saranno i depositari di una rivoluzione prevalentemente fallita. Radcliffe interpreta il personaggio di Allen Ginsberg. Un ritratto di artista da giovane che non ha piu’ alcun languore romantico.

Ma il gap generazionale è la costante della modernità e gli adolescenti restano in ogni epoca recente sempre in bilico tra equilibrio e follia. Ecco il tema di ‘Palo Alto’, film d’esordio di Gia Coppola, passato alla 70/a Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia.

Un film, quello della nipote di Coppola, ispirato all’omonima raccolta di racconti di James Franco.

Gia Coppola, regista:
“ Tutti coloro che hanno lavorato per il film sono stati cosi’ meravigliosi che avrei voluto portarmi via un po’ di questa atmosferra da adolescenti e non certo tutte le aspettative che vengono dal nome della mia famiglia o da chissà cos’altro”

Al centro, le storie di un gruppo di adolescenti nei sobborghi della cittadina californiana. Lo sguardo
centra l’angoscia adolescenziale e la disattenzione degli adulti per i loro figli.

“Avevo vent’anni non permettero’ mai a nessuno di dire che questa è la migliore età della vita”, lo aveva scritto anche l’esistenzialista francese Paul Nizan, parole profetiche che si adattano da almeno due secoli a tutte le generazioni che hanno coraggio.