ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Premier francese Ayrault: "Segnale forte a Damasco , mercoledì dibattito parlamentare"

Lettura in corso:

Premier francese Ayrault: "Segnale forte a Damasco , mercoledì dibattito parlamentare"

Dimensioni di testo Aa Aa

Il governo francese vuole un intervento in Siria. E non vuole attendere troppo. Anche se non ci sarà un voto al parlamento francese, ma solo un dibattito questo mercoledì, il premier Ayrault ha cercato di convincere l’opposizione della necessità di questa mossa e l’opinione pubblica transalpina restia a farsi coinvolgere in una nuova operazione militare.

“La decisione finale potrà essere presa dal presidente della repubblica solo quando sarà costituita una coalizione. Bisognerà inviare un messaggio chiaro di fermezza: “il dittatore Assad non deve più poter utilizzare le armi chimiche contro il suo popolo”, ha detto il Premier.

La Francia è però legata all’ok del congresso americano che inizierà il dibattito fra una settimana.

Mentre la Nato vorrebbe una risposta internazionale e unitaria contro il regime di Bashar al Assad anche per dissuadere i dittatori di tutto il mondo dall’uso di armi chimiche.

“Non sono solo convinto che sia stato perpetrato un attacco chimico ma anche che il regime sirianjo ne sia responsabile”, ha detto il segretario generale Rasmussen.

La Russia, alleato chiave del regime di Assad, ha invece annunciato che invierà una delegazione politica negli USA per parlare con i congressisti sulla Siria. Il presidente Vladimir Putin spera così che il Congresso non ratifichi l’iniziativa di Barack Obama di lanciare un attacco contro il regime di Damasco.