ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Fukushima. Riversare in mare l'acqua decontaminata dei serbatoi

Lettura in corso:

Fukushima. Riversare in mare l'acqua decontaminata dei serbatoi

Dimensioni di testo Aa Aa

L’acqua utilizzata per raffreddare i reattori danneggiati di Fukushima potrebbe essere riversata in mare, una volta riportata la radioattività al di sotto dei limiti legali. È la nuova idea dell’autorità giapponese di controllo, nel momento in cui si rincorrono voci su un aumento esponenziale della contaminazione del sito. Voci che il responsabile dell’Authority smentisce:

“Le radiazioni sono al minimo e non penentrano indossando una tuta di protezione dello spessore di 5-10 millimetri e scarpe di cuoio. Non c‘è problema, anche se si deve rimanere in loco per un po’ di tempo”.

Una versione totalmente diversa da quanto riconosciuto ieri dalla stessa Tepco. Il gestore dell’impianto ha misurato livelli di contaminazione fino a 1800 millisivert all’ora nelle vicinanze di tre serbatoi e di una conduttura. Sono dosi in grado di uccidere un uomo in quattro ore.

Se la situazione è questa, molti si chiedono come faranno i responsabili a riportare l’acqua al di sotto del livello di contaminazione legale. Il governo dovrebbe presentare un piano completo domani.