ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

American Film Festival a Deauville, Francia

Lettura in corso:

American Film Festival a Deauville, Francia

Dimensioni di testo Aa Aa

Brilla ancora l’estate sul cielo della cittadina balneare normanna di Dauville, che a settembre si anima anche delle star americane del cinema per il suo festival annuale.

Giovanni Magi, euronews:
“A giudicare dall’elenco degli artisti presenti a Deauville sia nella competizione ufficiale che negli omaggi alla carriera questa 39esima edizione del Festival del Cinema Americano si preannuncia particolarmente attraente”.

L’attore Michael Douglas e il regista Steven Soderbergh
sono stati fra gli ospiti della prima ora in vista della proiezione del loro film “Behind the candelabra”, in cui Douglas interpreta il virtuoso del piano Valentino Liberace.

Michael Douglas, attore:
“Com‘è noto ho affrontato un tumore cosi’ abbiamo dovuto ritardare il set e quindi ho avuto molto tempo per provare. Hai la responsabilità di tentare di ricreare una persona dal vivo, ed è la prima volta che mi capita”.

Per Soderbergh questo è l’ultimo lavoro tradizionalmente cinematografico, adesso inizia una nuova stagione per lui. Su un altro genere di set.

Steven Soderbergh, regista:
“Il mio futuro è in televisione. Fra un mese inizio a girare un serial di 10 ore. Il titolo è “The Nick” ed è ambientato in un ospedale newyorchese ai primi del novecento”.

“Behind the candelabra” narra invece la storia dell’amicizia fra Liberace e il giovane Scott Thorson interpretato da Matt Damon.

Il primo dei 4 premi alla carriera che Deauville quest’anno distribuisce è andato a Cate Blanchett. Impegnata negli ultimi anni sui palscoscenici teatrali soprattutto in Australiana l’attrice non ha disertato il set.

Deauville dedica ai vincitori una cabina della sua spiaggia. Intanto Euronews le ha chiesto qual è stato il personaggio che ha amato di piu’ fra i tanti interpretati.

Cate Blanchett, attrice:
“Mio dio ho cercato di non innamorarmi troppo di nessun ruolo. Si ama di piu’ l’esperienza di girare. Ho apprezzato i lavori con Ron Howard, “The Missing” a Santa Fe, mi è piaciuto moltissimo girare a San Francisco con Woody. Probabilmente anche lavorare con Todd Haynes…Steven Soderbergh, era qui, mi avrebbe entusiasmato lavorare ancora con lui se non avesse lasciato il cinema”.

In cartellone a Deauville c‘è anche l’ultimo film di Woody Allen “Blue Jasmine” di cui la Blanchett è protagonista.
Il film racconta di una donna dell’alta società newyorkese che dopo il crollo finanziario e l’arresto del marito (Alec Baldwin) si trasferisce dalla sorella (Sally Hawkins) a San Francisco, completamente al verde e per la prima volta costretta a fare i conti con la dura realtà.

Tra i film in cartellone a Deauville segnaliamo “The Butler” di Lee Daniels, in cui Forest Whitaker interpreta un cameriere nero che per tanti anni è stato il maggiordomo di diversi presidenti degli Stati Uniti d’ America.

Forest Whitaker, attore:
“ Ci sono state non poche difficoltà nell’interpretare questo personaggio che ha tratti specifici. Lee ha fatto questo grande viaggio per poi riportarmi l’esperienza delle sue scoperte. In questo processo, anche nelle difficoltà del lavoro, ho sempre provato gioia”.

Nel plot il cameriere afro-americano è testimone oculare di importanti eventi storici alla Casa Bianca. Il film è l’adattamento cinematografico dell’articolo di giornale A Butler Well Served by This Election scritto dal giornalista Wil Haygood e pubblicato sul Washington Post, che narra la vicenda di Eugene Allen, maggiordomo della Casa Bianca per oltre trent’anni.

04’33” ends