ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ancora tensione in Egitto: almeno 3 morti negli scontri fra pro e anti Morsi

Lettura in corso:

Ancora tensione in Egitto: almeno 3 morti negli scontri fra pro e anti Morsi

Dimensioni di testo Aa Aa

In Egitto, è di almeno 3 morti e oltre 30 feriti il bilancio degli scontri scoppiati nel corso di manifestazioni a favore del presidente deposto Mohamed Morsi.

I sostenitori dei Fratelli musulmani si erano dati appuntamento per un vederdì di protesta in varie località del paese. Gli incidenti più gravi, fra militanti pro e anti Morsi, sono avvenuti a Port Said. Al Cairo i dimostranti hanno formato una catena umana di fronte all’imponente schieramento di forze dell’ordine:

“Sono qui per dire ad Al Sissi che non abbiamo paura dei suoi carri armati e dei suoi soldati – dice un manifestante – Ci può mettere tutti in prigione, ma non ci piegheremo mai”.

“Quel che è successo sarebbe considerato inaccettabile in qualunque paese del mondo – dice un altro – Parlano di democrazia eccetera ma poi invece ce la rubano la democrazia, rubano le nostre voci”.

Scontri si sono verificati anche nella zona del delta del Nilo, a Tanta, a Giza, dove i dimostranti sono stati presi a sassate dai filogovernativi, e ad Alessandria; qui i simpatizzanti dei Fratelli musulmani sono stati costretti alla fuga.

ewrsdgsd sdfgdfg sdfgg sdfgsfdg sdf

In Egitto, è di almeno tre morti e oltre trenta feriti il bilancio degli scontri scoppiati nel corso di manifestazioni a favore del presidente deposto Mohamed Morsi. I sostenitori dei Fratelli musulmani si erano dati appuntamento per un vederdì di protesta in varie località del paese. Gli incidenti più gravi, fra militanti pro e anti Morsi, sono avvenuti a Port Said. Al Cairo i dimostranti hanno formato una catena umana di fronte all’imponente schieramento di forze dell’ordine.

asdgg sdfgg sdfgsdfg sdfgsgd sdfgg

Sono qui per dire ad Al Sissi che non abbiamo paura dei suoi carri armati e dei suoi soldati. Ci può mettere tutti in prigione, ma non ci piegheremo mai.

sdfgsdgfs sdfgsgf sdfgsdf sdf sdfgfg

Quel che è successo sarebbe considerato inaccettabile in qualunque paese del mondo. Parlano di democrazia eccetera ma poi invece ce la rubano la democrazia, rubano le nostre voci.

Pro e anti Morsi si sono fronteggiati per le strade e le piazze di tutto il paese. Scontri si sono verificati anche nella zona del delta del Nilo, a Tanta, a Giza, dove i dimostranti sono stati accolti da una fitta sassaiola, e ad Alessandria; qui i simpatizzanti dei Fratelli musulmani sono stati costretti alla fuga.