ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Molti profughi siriani sperano in un attacco

Lettura in corso:

Molti profughi siriani sperano in un attacco

Dimensioni di testo Aa Aa

Sono oltre un milione i cittadini siriani rifiugiatisi in Giordania per sfuggire alla guerra civile. Molti di loro sperano che le potenze occidentali attacchino Damasco per rovesciare il presidente Bashar el Assad. Ecco alcune voci raccolte ad Amman:

“Noi appoggiamo l’opzione militare in Siria, vogliamo farla finita col regime – dice un uomo – Hanno usato armi chimiche contro il loro stesso popolo. Hanno ucciso bambini e hanno fatto di noi dei profughi senza casa. Speriamo che ci aiutino a eliminare Assad”.

“Scommetto che il regime toglierà i militari dalle caserme per riempire le basi di civili e prigionieri – aggiunge un altro – La mia speranza è che un potente attacco paralizzi il governo siriano e l’Iran”.

“Non condivido l’opzione militare – dice invece una donna – Anche se il regime è colpevole bisogna trovare una soluzione politica. Altra gente finirà uccisa se bombarderanno. Di lutti ne abbiamo avuti già troppi, già ci sono troppe persone che non hanno più un tetto”.

Altro paese in prima linea, Israele, dove da giorni si vedono migliaia di persone in fila per procurarsi le maschere anti-gas. La preoccupazione è evidente, soprattutto fra gli abitanti delle città più esposte, quelle a nord del paese, come Haifa:

“Abbiamo paura perché le notizie parlano di un possibile bombardamento forse già oggi, oppure nel fine settimana – dice un padre di famiglia – E nessuno potrà respirare se non si è procurato una maschera”.

Un po’ più a sud, sulle spiagge di Tel Aviv, c‘è invece chi ostenta calma e indifferenza:

“La vita va avanti, tutto è a posto – dice un giovane surfista – Il mare è lì che ci aspetta e le maschere anti-gas possono attendere. A casa ce le abbiamo, ma la vita deve andare avanti”.

In caso di azione militare in Siria, se ci dovesse essere una ritorsione contro Israele, Tel Aviv, polmone economico del paese, potrebbe essere uno dei principali obiettivi.