ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Siria. La bozza di risoluzione britannica alla prova del Consiglio di sicurezza

Lettura in corso:

Siria. La bozza di risoluzione britannica alla prova del Consiglio di sicurezza

Dimensioni di testo Aa Aa

Il consiglio di sicurezza dell’Onu sta prendendo in esame la proposta britannica di risoluzione sulla Siria che chiama ad ‘autorizzare misure necessarie alla protezione di civili’. La bozza si trova di fronte il muro russo-cinese. Mosca ha già detto che qualunque discussione è prematura finché gli ispettori dell’Onu non avranno presentato il loro rapporto sul presunto uso di armi chimiche. I leader occidentali si sono quasi tutti espressi sulla possibilità di un intervento. Oggi è stata la volta anche del Segretario generale della Nato Anders Fogh Rasmussen che ha detto:

“Il regime siriano mantiene un arsenale di armi chimiche. Informazioni che giungono da varie fonti indicano la responsabilità del regime in questi attacchi. Si tratta di una chiara violazione delle norme e delle pratiche internazionali da tempo in vigore”.

Mentre in occidente risuona il tam tam della guerra, l’Iran mette in guardia:

“Il risultato di una mossa tanto irragionevole sarà il caos in medioriente – ha dichiarato il presidente del parlamento Alì Larijani – Il fuoco si abbatterà sugli ingenui paesi della regione”.

Fra questi ‘ingenui’ paesi ci sarebbe anche Israele che, lungo la linea di confine del Golan sta rinforzando le difese. In caso di coinvolgimento in un conflitto, le alture, da tempo contese, potrebbero essere uno dei punti caldi, così come l’area di Tel Aviv.