ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Studio francese: E-sigarette cancerogene

Lettura in corso:

Studio francese: E-sigarette cancerogene

Dimensioni di testo Aa Aa

Le sigarette elettroniche non sarebbero poi così innocue, almeno secondo uno studio pubblicato da una rivista francese.

Il mensile ’60 millions de consommateurs’, edito da un istituto nazionale che si occupa di consumi, ha fatto fare dei test. Il risultato è che il vapore emesso dalle E-sigarette conterrebbe anche sostanze cancerogene:

“Questi prodotti non sono così inoffensivi come pretendono di essere – dice Thomas Laurenceau, capo redattore della rivista – Non si tratta di un gioco da prendere alla leggera”.

Formaldeide, acroleina, cromo, nickel sarebbero in allegra compagnia nel vapore che si sprigiona da questi surrogati del fumo, che stanno prendendo piede in molti paesi.

L’opinione dei consumatori, fra timori e fatalismo:

“Adesso ci dicono che anche queste sono pericolose – commenta una ragazza – tanto avevo deciso in ogni caso di smettere”.

“Non possono essere peggiori delle vere sigarette. Anche se sono un po’ cancerogene fanno sempre meno male delle sigarette vere, che fanno male al 100%”.

In Francia le sigarette elettroniche avrebbero già sedotto un milione di fumatori. Alcune voci si sono levate per mettere malignamente in evidenza i mancati introiti fiscali dovuti al calo del consumo del tabacco.