ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Cina. Un britannico e una statunitense accusati di spionaggio industriale

Lettura in corso:

Cina. Un britannico e una statunitense accusati di spionaggio industriale

Dimensioni di testo Aa Aa

Arrestati in Cina un cittadino britannico e sua moglie, di nazionalità statunitense. L’accusa: spionaggio industriale. I due, titolari di un’agenzia di investigazioni, sono accusati di essersi procurati illegalmente e di aver venduto all’estero, informazioni sensibili su cittadini cinesi. Peter Humphrey ha chiesto scusa alle autorità di Pechino:

“Certe volte raccoglievamo le informazioni utilizzando metodi illegali. Ne sono profondamente dispiaciuto e mi scuso con il governo cinese”.

Humphrey e la moglie Yu Yingzheng avevano fondato ‘Chinawhys’, una società che faceva inchieste sulle frodi contabili per conto di multinazionali operanti in China.

Fra i clienti di Chinawhys, Glaxo-Smith-Kline, attualmente sotto inchiesta in Cina. Il gigante farmaceutico britannico avrebbe organizzato un sistema di mazzette destinato ai medici cinesi per incitarli a prescrivere i farmaci della GSK.