ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Un aiuto per i non vedenti

Lettura in corso:

Un aiuto per i non vedenti

Dimensioni di testo Aa Aa

Per chi ha difficoltà visive un supermercato puo’ essere uno dei posti piu’ avvilenti. Andare a rifornirsi di prodotti puo’ diventare un’ardua impresa. Tuttavia con qualche nuovo sistema le cose possono essere semplificate. La protagonista di questo reportage indossa qualcosa che l’aiuta tanto per affrontare l’ambiente urbano che per fare la spesa.

Liat Negrin:
“ Sono diventata piu’ indipendente, posso fare le cose da sola, non ho bisogno della collaborazione degli altri. Non devo essere scortata ovunque. Posso recarmi in posti nuovi senza doverli memorizzare prima”

Grazie ad una telecamera sensibile e il gioco di sofisticati algoritmi una start up israeliana ha realizzato un apparecchio che potrebbe rappresentare una rivoluzione per chi ha problemi di vista. La telecamera piazzata su un paio di occhiali è collegata a un computer. Programmata per seguire un dito come un cursore scannerizza cio’ che viene indicato, e la interpreta con un segnale auditivo, puo’ anche leggere quello che appare sugli oggetti. Costo del sistema, presto disponibile negli USA, 2500 dollari.

Amnon Shashua, Presidente OrCam Technologies’:
“ I non vedenti devono comunque gestire il loro quotidiano ed hanno bisogno di soluzioni che possano aiutarli, che si rivolgano alla loro stessa ipotetica visione, al loro contorno per fornire le informazioni necessarie di cui hanno bisogno”

Il sistema adopera una tecnologia bone-conduction, porta cioè il suono alle orecchie attraverso le ossa del cranio piuttosto che usando un altoparlante. Serve anche ad apprendere le novità circostanti come nuovi oggetti o volti. Con adeguati accorgimenti il sistema puo’ essere adoperato anche dai non vedenti totali.