ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Siria. Spari contro gli ispettori Onu

Lettura in corso:

Siria. Spari contro gli ispettori Onu

Dimensioni di testo Aa Aa

Inizia sotto una raffica di spari la delicata inchiesta degli ispettori dell’Onu a Damasco per verificare l’uso di armi chimiche contro i civili nei sobborghi della capitale. Alcuni cecchini delle milizie fedeli ad
Assad hanno aperto il fuoco contro il convoglio delle Nazioni Unite a Ghouta, dove secondo le denunce dell’opposizione il gas ha ucciso centinaia di persone.

“ I pazienti arrivano in massa, denuncia l’equipe di Medici Senza Frontiere. Circa 3600 in poche ore; le persone mostrano segni di crisi respiratoria, convulsioni, perdita di coscienza. Alcune vittime presentano sul corpo segni che fanno supporre che siano state avvelenate da un qualche agente chimico “.

Gli ispettori in mattinata hanno incontrato i medici siriani responsabili dell’ospedale da campo di Muaddamiya, vicino a una delle località del presunto attacco chimico del 21 agosto scorso.

In base alle immagini diffuse dall’opposizione, l’attacco chimico da parte dei fedelissimi di Assad avrebbero fatto circa 1.300 morti. E mentre governo e ribelli si accusano, gli Stati Uniti hanno fatto sapere che l’ispezione arriva troppo tardi per portare ad accertamenti attendibili.