ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Cina, processo Bo Xilai: il pm chiede una pena severa

Lettura in corso:

Cina, processo Bo Xilai: il pm chiede una pena severa

Dimensioni di testo Aa Aa

Bo Xilai merita una pena severa, parola del pubblico ministero pronunciata davanti alla corte di Jinan, capoluogo dello Shandong, nella Cina orientale.

L’accusa, nella sua arringa, ha sottolineato l’estrema gravità dei crimini commessi dall’ex alto dirigente del partito comunista, incriminato per corruzione, appropriazione indebita e abuso di potere.

Si avvia, così, all’epilogo il processo iniziato giovedì scorso, il più eclatante scandalo politico scoppiato in Cina dal 1976.

Con attenzione e attesa, l’opinione pubblica cinese sta seguendo la vicenda politico-giudiziaria che ha travolto Bo Xilai, l’uomo che sembrava destinato ai vertici del potere politico, come sottolinea il signor Wang che risiede a Jinan. “Avrebbe occupato i posti chiave del Paese. Se non avesse commesso tali grandi errori, sarebbe stato uno dei membri del Comitato Permanente del partito comunista cinese. È un vero peccato.”

Una pena tra i 15 e i 20 anni di prigione è la condanna, la più probabile, che ora rischia Bo Xilai, l’ex astro nascente, ora caduto, della politica cinese.