ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

La Francia ripropone la tassa sul CO2

Lettura in corso:

La Francia ripropone la tassa sul CO2

Dimensioni di testo Aa Aa

Quattro anni dopo l’abbandono di un progetto per tassare l’emissione di ossido di carbonio, il governo francese rilancia l’idea di un’imposta sull’energia per la salvaguardia del clima.
Il ministro francese dell’ecologia Philippe Martin ha annunciato l’adozione di tale misura, senza precisarne l’ammontare né i modi d’applicazione.

La nuova tassa, che sarà inserita nella legge finanziaria in preparazione per fine settembre, arriva nel momento in cui da più parti in Francia si registrano malumori sulla pressione fiscale. Proprio in questi giorni infatti, i contribuenti francesi stanno ricevendo i conguagli dell’imposta sul reddito relativa al 2012, conguagli che contengono spesso spiacevoli sorprese.

L’applicazione di un contributo clima-energia fa parte delle rivendicazioni dei Verdi, formazione di cui il ministro Martin fa parte. I ministri rifiutano l’appellativo di « tassa CO2 » : « Intenzione del Governo – ha detto la portavoce dell’esecutivo Najat Vallaud-Belkacem – è di fare un modo che le tasse già esistenti siano messe di più al servizio della transizione energetica del Paese, per favorire attività o prodotti eco responsabili ».